giovedì 28 agosto 2008

Kicking!!

nuoto1Adesso spiego, un attimo!

Serata in Piscina. Torno dal lavoro e arrivo con tutta la mia truppa alla piscina di Desenzano. In programma avevo la seconda seduta settimanale di cross-training, questa volta dedicata al nuoto.

Il metodo FIRST però consiglia di nuotare in modo tale che si tragga il massimo beneficio anche per la corsa:

  • Sessioni brevi di 30/45 minuti al max
  • si nuota cercando la massima distensione possibile e non la massima frequenza delle bracciate. Bisognerebbe cercare infatti di fare la max 20 bracciate per una vasca da 25 metri.
  • Alternanza tra stile libero e tavoletta.
  • Sessioni di sola tavoletta, lasciando che le gambe calcino (Kicking) tutto il tempo.

E così, dopo aver giocato una mezz'ora con i miei meravigliosi bambini nella piscinetta, mi son messo cuffia, occhialini (mitici regalati da Angelo al mare) e mi son tuffato nella bella vasca da 50 metri per alternare due vasche di tavoletta e due di stile libero rilassato... così per circa 35 minuti.

Effettivamente, alla fine, le gambe erano ben provate anche se giustamente il lavoro svolto non è ricaduto pesantemente sulle articolazioni (cavilgie, ginocchia, anche..) come nella corsa.  Per adesso tutto bene e questa grande variazione rende il tutto anche divertente.

E via.. domani mi aspettano 11 km di fondo medio!

9 commenti:

Fatdaddy ha detto...

Alive and kicking come cantavano i Simple Minds..'mmazza che roccia che sei!

Gianluca Rigon ha detto...

Sono convinto che il FIRST lasci spazi anche per divertirsi e per variazioni a tema...e poi tu fai di quei cross-training ! Complimenti !

Micio1970 ha detto...

Ho preprato le mezze con il metodo First, anche se ho fatto poco cross-training. Il kicking è terribile ... fare 25 metri è una fatica terrificante e fa capire quanto contino nel nuoto le braccia. L'ho usato quest'estate in piscina come allenamento supplementare alla corsa (adesso sto preparando la maratona con il metodo albanesi) e arrivare a fare 8 vasche consecutive da 25 metri in kicking è più "provante" delle ripetute!

GIAN CARLO ha detto...

Questo metodo tenta di costruire un atleta bionico, paziente e integro, spero solo che mentalmente non sia un massacro

AironAngel ha detto...

mitico claudio... vai così... poi domenica mi saprai dire del lunghissimo. Io ho ripreso questa settimana a muovermi dopo 20 giorni di riposo assoluto tra calabria e lombardia, colpa anche di un dolore al piede. Lunedì sono a roma, fino a mercoledì... sto cercando qualche circuito per correre.. a presto amico mio...

Claudio ha detto...

@fatdaddy. Grandi i Simple! un po' anni 80 ma ho dei bei ricordi..

@Gianluca. Per adesso mi diverte molto tutta questa variazione. Vedremo i tempi però!!

@Gian Carlo. Mentalmente è molto tranquillo perchè è anche molto flessibile. Se in quel giorno ho tempo mi faccio il lungo, altrimenti se ho poco più di mezz'ora vado di ripetute. Stanco di correre? Prendo la bici.. piove? vado in piscina! è chiusa? Beh ho 2 giorni a settimana di riposo.. me ne prendo uno!!

@Angelone! Rieccoti sul mio blog! Era un po' che mancavi da quì... So che a roma c'è un circuito. Lo sentro sempre alla radio. Mi pare si chiami.. raccordo anulare?

Claudio ha detto...

@Micio. Effettivamente l'inspirazione me l'hai data tu. Ho letto con attenzione la tua sperimentazione del metodo FIRST, i risultati e il botta e risposta sull'argomento con Albanesi. Ti devo ringraziare.

Comunque per adesso tutto ok. Ma il 30 novembre vedremo i risultati. Essendo la prima maratona l'obiettivo è quello "arrivare", possibilmente bene. Cioè non strisciando o camminando.

Micio1970 ha detto...

L'obiettivo vedo che è comune: arrivare io 19 Ottobre tu il 30 Novembre ... in bocca al lupo!

Claudio72 ha detto...

Grazie Micio! Crepi! (il lupo ovviamente)

keyword

correre, jogging, running, podismo, podistica, podista, atletica, amatore
 
Clicky Web Analytics