domenica 7 settembre 2008

32 infiniti km

Eh non finivano più...
Oggi eravamo davvero in tanti impegnati in avventure agonistiche: c'erano i blogtrotters alla mezza del Brenta, quelli alla Marcialonga di Moena, quelli della Run Tune Up di Bologna, c'era il mitico DENTALE al suo primo Sprint Città di Cremona, c'era la corsa dell AIDO di Peschiera con tanti del GP FRANKE... e c'ero io con il mio primo lungo da 32 km.
Sveglia ore 5.50 e giù dritti sulla ciclabile del lungo Mincio. Questa volta mi ero preparato bene il persorso e la strategia di idratazione durante la corsa. La mia tabella mi diceva 32 km @ 6.31/km.
Ho iniziato la corsa cercando di mantenere il ritmo sin da subito. Domenica scorsa mi sono trovato male ad iniziare più lento per cercare di accellerare verso la fine... verso la fine tipicamente non molte "banane" per spingere. Così oggi sono partito tenendo un passo che mi dava una media di 6:32, 6:33 che non mi preoccupava. I miiei ristori sono stati la mia bottiglietta tenuta in mano per tutta la corsa a cui ho attinto, insieme ad una pastiglia Enervit, al 9°, al 19°, al 23°, al 27° e al 30° km.
Verso il 15° km mi sentivo le gambe un po' stanche, la falcata era meno fluida, ma è stato solo per pochi minuti e forse il tutto è dovuto al tempo un po' variabile che a tratti a reso faticosa la corsa: forte sole, pioggia, nuvolo, vento, poi ancora sole..
2008-09-07 Allenamento FIRST - W3 Long Run 07-09-2008, Passo
Al 20° km sento una serie di urla nei miei confronti.. "Ohh, ma guardalo, eccolo, dai! Grande!". Erano Roberto, Luigi ed Enzo che con la corsa AIDO passavano proprio su quel tracciato. "Aggregati dati! Agganciati a noi!" mi grida Roby. "Ma scherzi? ho già 20 km sulle gambe e me ne mancano ancora 12!!" rispondo. "Ah stai facendo il lungo? Bravo! Complimenti! Forza!"... Li ho salutati e con concentrazione ho affrontato l'ultimo terzo di corsa.
Cuore fatica Ho sempre avuto l'occhio, oltre che al passo, al battito cardiaco che mi indicava il mio Garmin 305. Ben sapevo, dalle corse precedenti, che superato il livello di 170 bpm da li a poco non sarei più riuscito ad andare oltre. Credo che sia andata così anche questa volta e dovrò analizzare meglio questa situazione. Infatti al 30° km il cardio che mi segna 172 bpm; allora rallento, mi fermo un istante per bere, riprendo e le gambe d'improvviso sono due pilastri di cemento. In quel momento ero perfettamente in media ma gli ultimi 2 km sono stati molto lenti e mi hanno portato da 6:31 (come da tabella) a 6:35 per un tempo totale di 3:31:04.
Grande soddisfazione per aver toccato questa mia nuova distanza massima anche se avrei desiderato di farla esattamente nella media prevista. Sicuramente sono più tranquillo di Domenica scorsa quando ho avuto una "crisi" già al 21° km su 27 totali.
Così è finita anche questa settimana (la -13 a Firenze) con 53 km macinati. Adesso voglio approfondire questo mio comportamento cardiaco e "revisionare" (come previsto dal metodo FIRST) la mia tabella di allenamento.

14 commenti:

Alvin ha detto...

Claudio, secondo me è tutto normale, nei lunghi il cuore fa così...quando accumuli stanchezzail cuore fa più fatica e aumenta il battito, in tutti i miei lunghi il cuore fa più o meno la tua stessa curva, vedrai che con il tempo quella curva si addolcirà, complimenti per i 32km, farli in solitaria non è per niente facile ma psicologicamente ti servono moltissimo, a Firenze quando sarai in difficoltà dovrai cavartela da solo..proprio come oggi,per quanto i riguarda i lunghi della tabella First, io son sempre titubante...32km a -13 a Firenze è un po esagerato, io li ho modificati tutti.Per quanto riguarda le gambe di legno, anche quello sei perfettamente nella norma...32 km non li avevi mai fatti, è più che normale, secondo me stai seguendo la strada giusta, continua così!

Monica ha detto...

mentre facevo i miei 25km pensavo a te e mi chiedevo come ti fosse andato il lungo. va benissimo cosi', bravo. anche io sono perplessa dalle distanze dei lunghi che ti fa fare il first, ma si vedra' alla fine se il metodo funziona o no. tienici informati!!

GIAN CARLO ha detto...

Tutto Ok il fisico necessita di adattamento nulla si improvvisa. Vedrai che il prossimo lungo(da 35 ?) arriverai al 32esimo meglio anche perchè sarà meno caldo.
Quindi ottimismo

Fatdaddy ha detto...

Brindo (con un caffè mattutino!) a quest'altro muro infranto!
Secondo me, se decidi di farti una ceretta, guadagni altri 10'' al km...pensaci! :D

Alberto ha detto...

Complimenti, 32 km sono sempre 32 km!!!

Claudio ha detto...

Intanto complimenti per il lunghissimo! Io ce l'ho in programma il 28 e già adesso ci penso...

Michele ha detto...

Bene bravo non sei più lavativo anche secondo me bisogna aspettare per i lunghi, a tal proposito ho ancora cartucce in canna per rinfocolare la polemica tabelle. Ah ah ah aha ha aha

Micio1970 ha detto...

la deriva in su delle pulsazioni nei lunghi ci sta tutta soprattutto se è il primo oltre i 30 km che fai!
Per la fatica ... hai tutta la mia comprensione ... caro compagno!

Mathias ha detto...

caparbio..e non pensare mai che te ne mancano altri 10! :)

Fra ha detto...

Ciao , scusa se esco fuori tema (ma non tanto), io è un po che corro ,alcuni mesi , ma senza un programma di allenamento.Ho corso anche tutti i giorni la stessa distanza per alcune settimane.Ora sto aumentando ,ho giusto corso domenica i miei primi 15 km in 1:24:33 e ne sono stato molto soddisfatto.Arrivo al punto , vorrei qualche dritta su come iscrivermi alla fidal (per partecipare alle podistiche) , su come utilizzare il cardiofreqenzimetro,qual'è la sua utilità in soldoni e cose simili.Scusa la mia ignoranza in materia , considerami un novizio!
Grazie in anticipo e complimenti per i 32 km!

Claudio72 ha detto...

Grazie a tutti ragazzi per i consigli!

@Alvin: grazie amico, mi fai sentire un podista normale!

@Monica: grande! Che simbiosi! Ecco quella piccola forza che sentivo dentro... era il tuo pensiero!

@Gian carlo: D'accordo sarò ottimista! Domenica prossima "solo"
29 km.. ma più veloci! Azz..

@fatdaddy: Oltre che farmi piantare il PC ogni vlta che su facebook provo a ricambiarti il karma, mi hai anche convinto per la ceretta. Grande affabulatore.

@Claudio: eh, ti capisco. Anche a me non ha preoccupato poco. Ma il giorno dopo ti dico che non è così terribile come lo immagini. Ci vuole solo molta testa.

@Michele. Io invece confermo che continuo a lavarmi. Ciao

@Micio: Mi consola molto quello che dici, tu che sei il mio maestro virtuale

@Mathias. Verissimo. Devo pensare sempre che ne ho già fatti 20 o concentrarmi sul km che sto facendo.

@Fra: seio il benvenuto! Difficile darti una risposta ai grandi temi a cui accennato in un solo commento. Segui i vari nostri blog.. e assaggerai un po' delle nostre esperienze vissute. Complimenti per il tuo personale sui 15 km.. non sei poi così novizio!

Daniele ha detto...

Claudio, c'erano anche quelli di Bologna... Con uno lì apposta per lanciarti questo messaggio positivo: il metodo First funziona!

Claudio72 ha detto...

"Macheccavolo" Daniele! Hai ragione! Lo sapevo ma non l'ho scritto.. boh.. sai 32km ti lasciano qualche sengo! Correggo subito.
Corro a leggere il tuo post!
Grande atelta FIRST!!

Gianluca Rigon ha detto...

Complimenti, il lungo oltre i 30Km è veramente uno scoglio durissimo ! Pensami sabato quando toccherà a me !
Ciaooooo

keyword

correre, jogging, running, podismo, podistica, podista, atletica, amatore
 
Clicky Web Analytics