domenica 10 febbraio 2008

Ho deciso, NON CORRO.


La notte porta consiglio... ho deciso di non correre la maratonina di Giulietta e Romeo di stamattina. Mi svegliato verso le 6.40 e subito mi sono toccato il polpaccio: le terapie d'urto di ieri hanno fatto miracoli, sta veramente meglio. Però, la ferita muscolare si sente eccome al tatto. Il fatto che per adesso non mi dolga è dovuto alle dosi massicce di arnica e antidolorifici, ma il trauma c'è.

Mi sono rimbombate tutta sera le parole del fisioterapista: "Veda lei, io le sconsiglio assolutamente di correre domani. Se vuole può farlo, magari ritirandosi al 10° chilometro o zoppicando da metà gara fino alla fine. In entrabi i casi con il rischio molto probabile di aggravare decisamente la situazione."

Non avete idea ieri di quanto mi rodeva l'idea di non partecipare, invece stamattina ho la coscenza più tranquilla: non correrò oggi, ci sarà sicuramente presto una seconda occasione ma soprattutto ho preso coscenza dei miei limiti. Oggi i miei limiti non mi permettono di correre e non lo farò... tutto quì.


Comunque, il gruppo è il gruppo. Perciò anche se non corro tra poco andrò a vedere i miei compagni della Franke all'arrivo a Verona. Vado con Donata e Annie, anche lei infortunata e impossibilitata a partecipare.


A dirla tutta, appena svegliato ho acceso il televisore e il cronista di canale 5 ha commentato la notizia che proprio quì a Ponti sul Mincio hanno ritrovato un cerchio nel grano lasciato da presenze extraterrestri. Come si vede dall'immagine... era sicuramente un messaggio per me.

4 commenti:

Giulyrun ha detto...

Condividuo la scelta anche se difficile. Non ti preoccupare di mezze ce ne sono a iosa in tutti i mesi. Riposa e riprendi appena te lo senti.

Micio1970 ha detto...

Scelta saggia: come scrive giuly di mezze ce ne sono un sacco anche se capisco il tuo disappunto!

Claudio ha detto...

Grazie ragazzi... me ne sto facendo una ragione. La saggezza sta anche nell'accettare i propri limiti. Da quì adesso voglio ripartire. Grazie ancora

Master Runners ha detto...

Scelta dura, ma saggia..........ma dura.
E non sai quanto ti capisco, la parte piu dura per noi podisti non è soffrire nella corsa, ma soffrire nel non correre.
Grande Claudio.

keyword

correre, jogging, running, podismo, podistica, podista, atletica, amatore
 
Clicky Web Analytics